Vi presentiamo le nostre Ambassador!

Vi presentiamo le nostre Ambassador!

 

Buongiorno e bentrovate amiche di Women At Business!

 

Tante nuove aziende corrispondono a tante occasioni di lavoro. Le nostre ambassador, ad oggi sono 10 lavorano bene, spinte da un incredibile entusiasmo. Così i progetti per voi non si fanno attendere.

 

Ecco perché oggi abbiamo scelto di dar voce a quattro di loro  presentandovele e questo è solo l’inizio e di volta in volta le conoscerete tutte.

Ci piace mostrare il loro volto e raccontare le loro storie.

 

 

 

Roberta Alfonsi ha 54 anni, due figlie e vive a Padova. Ha iniziato a lavorare a 18 anni in aziende leader in diversi settori merceologici. A 51 anni è stata lasciata a casa come è capitato a tanti, a causa dei famosi e famigerati esuberi. “Da un giorno all'altro mi sono ritrovata senza lavoro né prospettive. Mi sono rimboccata le maniche, ho collaborato con una start-up legata all'ambiente ma non è durato a lungo. Ero sconsolata, arrabbiata, mortificata.  Poi a ottobre stavo ascoltando radio RTL 102.5 e ho sentito Laura Basili presentare Women At Business. Mi ha dato quella speranza di cui avevo bisogno. Mi sono subito iscritta. Avevo un macigno sulle spalle, WAB mi ha dato la forza di scrollarmelo di dosso. Ho capito di avere ancora tanta voglia di mettermi in gioco, e una rete di conoscenze che può tornare utile al progetto”.

 

 

 

Francesca Maffei, 36 anni di Madonna di Campiglio, 5 mesi fa è diventata mamma di un bel maschietto, Teseo.

Dopo aver conseguito una laurea all'Università Cattolica a Milano, ha lavorato tra Milano, Firenze, Genova per i successivi dieci anni. Poi è tornata sulle Dolomiti per affiancare i genitori nella gestione dell'hotel di famiglia. “Nell'ora più buia, a ottobre, quando abbiamo capito che non avremmo riaperto per le vacanze di Natale sono venuta a conoscenza di Women At Business. Mancavano pochi giorni al parto. Ho sentito forte la necessità di restituire qualcosa alle altre donne. In tante occasioni ho ricevuto aiuto da parte di donne intelligenti, competenti, affettuose che mi hanno supportato nei momenti difficili. Ho capito che era arrivato il momento di dare. Quando ho letto la newsletter di WAB in cui cercavano nuove ambassador ho mandato un'e-mail. Qualche giorno dopo, in videochiamata, ho conosciuto Ilaria Cecchini. Ho percepito subito tanta energia ed entusiasmo. È stato come un balsamo in quest'inverno disastroso”.

 

 

 

Simona Fiore, 49 anni origini abruzzesi, vive a Padova e ha tre figli di 13, 12 e 10 anni. Laurea in Economia e Commercio ha lavorato per molti anni in una grande azienda di telecomunicazioni. Oggi insieme a una socia ha aperto un sito di e-commerce di gioielli e accessori in ceramica margaflo.com. “Ho sempre amato dipingere ad olio, e la tecnica giapponese del raku ha un'importante componente cromatica. A ottobre 2020 ho seguito dei corsi di ceramica, poi ho acquistato il forno e mi sono occupata del sito. Le cose stanno andando piuttosto bene. Non ho paura delle novità anzi mi danno la carica. Quando ho letto di Women At Business ho creduto subito nel progetto perché conoscevo già Laura ed Ilaria, in passato siamo state colleghe. Non ci ho pensato due volte, ho deciso di diventare ambassador. Oggi sono felice perché ho avuto una bella notizia: ho appena chiuso un contratto”.

 

 

Antonella Sassu, 55 anni milanese, 3 figli e una vita nell'editoria. Circa tredici anni fa si è ritrovata prima in solidarietà e poi definitivamente a casa. “Quando da due stipendi si passa a uno, tutto l'assetto familiare cambia. È stato uno shock. Non avevo più gli strumenti per cercare un nuovo impiego. Mi chiedevo se ci fosse qualcosa che non andava in me. Pensavo, mi hanno pagato profumatamente fino a ieri com'è possibile che all'improvviso non mi voglia più nessuno? Il mondo lì fuori non lo riconoscevo più. In una città come Milano, poi, se non lavori diventi trasparente”. Per i successivi 7 anni Antonella riesce a collaborare con diverse riviste ma in maniera saltuaria. Poi più niente. Scopre dell'esistenza di Women At Business sulle pagine di un magazine femminile. “Volevo un'altra possibilità. Già dai primi incontri in zoom mi sono sentita di nuovo parte di un gruppo. Una sensazione bellissima che ti dà tantissima forza. Credo profondamente in questo progetto, sono convinta che stiamo veicolando dei valori. Noi donne dobbiamo rientrare in gioco ma con le nostre regole. Se sapessi che anche solo una donna troverà lavoro grazie ad un'azienda portata da me mi sentirei realizzata. Avrei raggiunto l'obiettivo”.

 

Abbracciare il cambiamento, sentirsi parte di un team, sposare un'idea e battersi per farla valere. Sono questi i punti in comune di queste quattro storie, così belle che non potevamo non raccontarvele.

 

Chiudiamo questa newsletter ricordandovi il primo appuntamento del percorso formativo dedicato alle donne della community di WAB dal nostro recente partner LinkedIn (Iscrivetevi gratuitamente su Eventbrite per il primo evento del 5 maggio). La formatrice Olga Farreras Casado spiegherà come presentarsi al meglio su questo social per ampliare al massimo la propria visibilità e di conseguenza le occasioni di lavoro. Seguiranno altri due appuntamenti il 26 maggio e il 16 giugno. Partecipiamo numerose.

 

A tutte le mamme della community, buon 9 maggio!

 

 

A presto Laura e Ilaria

Posta un commento