radioactiva.it 3 Aprile 2021 WOMEN AT BUSINESS: LA PRIMA COMMUNITY DI DONNE E AZIENDE

radioactiva.it 3 Aprile 2021 WOMEN AT BUSINESS: LA PRIMA COMMUNITY DI DONNE E AZIENDE

INTERVISTA A ILARIA CECCHINI E LAURA BASILI, LE DUE FOUNDER DI WOMEN AT BUSINESS

 

Qualche tempo fa il Direttore di Radio Activa Paolo Emilio Colombo scriveva: «Lo smart working ha aumentato il gender gap e le donne hanno pagato il prezzo più alto. Chi fa la spesa? Chi cucina? E chi gioca, chi studia, chi ascolta, chi resta a fianco ai figli mentre il lavoro incalza e le videocall si sovrappongono alle questioni di tutti i giorni, divenute improvvisamente un problema? Se lo smart working ha garantito la continuità operativa di aziende e professionisti, ha anche messo in crisi l’equilibrio delle famiglie. Mamme, partner, lavoratrici, leader più che divise si sono ritrovate sommerse da un doppio carico di lavoro: unica via di uscita essere sempre più equilibriste».

Oggi diamo seguito a tali osservazioni con due ospiti che hanno fatto del lavoro in rosa la loro mission. Loro sono Ilaria Cecchini e Laura Basili, le Founder di Women at Business: la prima community di donne e aziende.

Il loro servizio, nato in pieno lockdown, trova “la quadra” tra competenze femminili e progetti aziendali. Come? Grazie a un algoritmo di matching innovativo. L’AI non chiede l’età, non mostra foto, non ficca il naso nella vita privata delle sue utenti. Vuole sapere una cosa soltanto: cosa sai fare? Compreso questo trova l’azienda perfetta per la singola donna, o meglio, la suggerisce. Sì, perché sta alla donna accettare o rifiutare la combinazione proposta. Se qualcosa non la convince, l’azienda è scartata e non riceverà mai il CV della candidata. Insomma, il potere è tutto nelle mani delle ladies.

E in caso di match positivo? Si va avanti, come dovrebbe essere. Sapendo di aver davanti un candidato valido, scelto soltanto per le sue abilità.

Tra le parole chiave di Women at Business troviamo l’inglese “together“, letto stavolta in modo un po’ insolito. “To get her“, così scandiscono Laura e Ilaria. Per trovare lei. Un manifesto in 3 sillabe, che unisce le due anime del loro servizio. Metà community e metà strumento di ricerca. Women at Business è prima di tutto un importante mezzo di visibilità, che si traduce in nuove opportunità per quelle donne che per varie ragioni sono escluse dai sistemi di scouting tradizionali.

Quante donne hanno aderito al servizio? Quante le collaborazioni avviate? Quali gli obiettivi a lungo termine? E, soprattutto, quale oggi la situazione delle donne lavoratrici in Italia?

Le risposte sono nel podcast!

Eleonora Medica

Posta un commento