Un regalo per ricominciare.

Un regalo per ricominciare.

 

 

Buongiorno e bentrovate amiche di Women at Business!

 

Udite, udite: siamo più di 3000 e cresciamo a un ritmo vertiginoso! Questa è una fantastica notizia perché più siamo, più facciamo rete, più diventiamo forti insieme e più possiamo farci portatrici di una reale rivoluzione nel mondo del lavoro e dell'empowerment femminile.

 

Cambiamento, è questo l'argomento di cui vorremmo parlarvi oggi.

Voltare pagina e ripartire. È quello che deve fare il paese e ognuno di noi se vuole cavalcare con successo questi tempi mutevoli.

 

Ma cambiare per andare dove? Il futuro ci appare nebuloso, difficile da decifrare: da una parte un groviglio di insidie impossibile da districare, dall'altra un oceano di opportunità di fronte alle quali ci si sente sopraffatti.

 

Per non rimanere intrappolati in questo vicolo cieco è utile allenarsi a prevedere il futuro. Non con la sfera di cristallo ma imparando a leggere il presente. Osservare il contesto, tenere le antenne alzate, 'annusare' ciò che accade intorno a noi, tutto questo aiuta a capire in anticipo dove si sta muovendo la società e il mondo del lavoro. Non si tratta di mettere a fuoco micro evoluzioni ma piuttosto di prevedere i macro trend per farsi trovare preparati. Ecco perché essere curiosi e aperti al nuovo sono doti indispensabili, caratteristiche che definiscono le persone RESTARTABLE, cioè coloro che sono capaci di ricominciare.

 

Se possiamo darvi un consiglio perciò non smettete mai di informarvi, di studiare, non accontentatevi di ciò che già sapete ma ampliate i vostri orizzonti giorno dopo giorno, ascoltate esperienze e pareri anche lontani dai vostri e conservate un atteggiamento positivo e aperto verso il nuovo.

 

In questo senso il Covid ci viene in aiuto perché corsi, conferenze, workshop che un tempo erano inaccessibili (o perché localizzati dall'altra parte dell'Oceano o perché troppo costosi) oggi sono spesso a portata di mano e a costo zero. Oggi il web pullula di webinar in cui parlano ministri, scienziati, imprenditori, manager di altissimo livello che, fino a un anno fa, non avremmo mai immaginato di poter vedere e ascoltare.

 

In quest'ottica Women at Business vi regala un'occasione unica.
La formatrice e coach Federica Gabardi, docente di Comunicazione e Leadership al Community College di Seattle, regala a tutte le donne della community il corso “8 fattori chiave per trovare lavoro” in cui si affrontano tre temi fondamentali: come scoprire i propri punti di forza, come sviluppare la propria narrativa personale, come accrescere la fiducia in se stessi attivando una mentalità vincente. “Trovare lavoro o cambiarlo richiede tempo, perseveranza, autostima e pazienza. - spiega Federica – E, considerato il momento storico che stiamo vivendo, è fondamentale preparare una vera e propria strategia di ricerca/cambio lavoro. D'altra parte, è importante non scoraggiarsi e tenere presente che è proprio nei momenti di incertezza e difficoltà che viene premiata la capacità di reinventarsi, di proporsi in maniera efficace e di essere aperti verso nuove opportunità” (registrazione gratuita sul sito 
www.federicagabardi.it/womenatbusiness).

Inoltre potete iniziare da subito a conoscere Federica visitando il suo
 canale YouTube, ricco di consigli pratici per aiutarvi a raggiungere i vostri obiettivi; e il suo sito www.federicagabardi.it dove potete registrarvi alla Newsletter e scaricare la giuda gratuita "5 strategie per realizzare al meglio la tua vita".

 

Non ancorarsi al presente ma guardare sempre avanti aiuta nel momento del cambiamento - non cercato ma subito - ad essere più adattabili. Come spiega Guy Kawasaki, manager, imprenditore e saggista statunitense: “non facciamo l'errore di definire noi stessi, e quello che facciamo, dentro schemi troppo rigidi altrimenti restiamo bloccati e non ci permettiamo di cambiare”.

 

In questi mesi di crisi pandemica sono infiniti gli esempi di chi ha saputo reinventarsi, di chi non si è lasciato congelare dalla paura ma ha trovato nuove soluzioni. Dai tanti ristoratori che invece di abbassare le serrande hanno promosso servizi di take away, agli operatori del turismo che hanno puntato sulle destinazioni nazionali organizzando pacchetti in sicurezza più intimi e local, fino ai tre ragazzi di Bergamo che hanno inventato il sito vadoalmercato.it per aiutare chi ha una bancarella nei mercati rionali a raggiungere i propri clienti durante il lockdown.

 

Insomma la parola d'ordine per i mesi a venire è guardare avanti per essere esploratori del futuro! Proviamo a farlo tutte insieme ci sentiremo più forti e meno sole.

 

A presto Laura e Ilaria

Posta un commento

Testimonianze