Nuove opportunità

Nuove opportunità

Buongiorno e bentrovate amiche di Women at Business!

 

Per prima cosa siamo felici di annunciarvi due novità, l'ultimo importante partner entrato a far parte del nostro network: Rold, azienda manifatturiera italiana leader nella produzione di componenti innovativi per elettrodomestici e device per lo 'smart living'. Quello che ci accomuna con Rold è senz'altro la visione del tempo presente come trampolino di lancio verso un futuro che ci auguriamo sia sempre più equo, green e a misura d'uomo (e di donna!).

 

Rold è un autentico fiore all'occhiello dell'Italia, basti sapere che è stata l’unica azienda media italiana a essere indicata tra le «fabbriche-faro» del futuro selezionate dal World Economic Forum quali leader mondiali nella capacità di adottare le tecnologie più avanzate che caratterizzano la Quarta Rivoluzione Industriale. Niente male, vero?

 

Ma c'è di più. Rold Academy - luogo fisico e virtuale inaugurato lo scorso ottobre per promuovere formazione di qualità tra imprese, università e mondo della ricerca – vuole accompagnare i dipendenti di Rold in un viaggio verso la sostenibilità che durerà tutto il 2021. In tanti incontri, si approfondiranno gli obiettivi dell'Agenda 2030 dell'Organizzazione delle Nazioni Unite, la più stimolante sfida che l'umanità abbia voluto porsi.

Noi di Women at Business contribuiremo a questa presa di coscienza sugli obiettivi sostenibili interpretando e approfondendo per Rold il Goal numero 5 dell'Agenda 2030, quello del “Gender Equality” cui da sempre ci ispiriamo. È entusiasmante toccare con mano il cambiamento perché ci rende consapevoli che ognuno di noi è una pedina fondamentale per plasmare il futuro!

 

Oltre a Rold, siamo orgogliose di annunciarvi che è diventato nostro partner VillageCare, il primo portale nazionale di orientamento e sostegno ai figli che si prendono cura dei propri genitori anziani. VillageCare è nata proprio con lo scopo di aiutare chi aiuta, è una start-up innovativa a vocazione sociale. Dalla sua nascita ha ricevuto importanti riconoscimenti: è premiata come start-up innovativa dell’anno dal Comune di Milano - Bando FabriQ – e dall’incubatore di imprese innovative Impact Hub Milano, nel rispetto delle disposizioni dettate dal Ministero dello Sviluppo Economico per chi si dedica all’innovazione sociale. Un’altra realtà che ha deciso di investire sulle competenze femminili.

Pochi giorni fa, il 10 dicembre, siamo state invitate - dalle instancabili Anna Gaudenzi e Chiara Trombetta di Unstoppable Women (StartUp Italia) - al workshop digitale “Il percorso della leadership al femminile raccontato dalle protagoniste”. Insieme a noi una decina di altre donne hanno raccontato la loro esperienza di founder o di dirigenti d'azienda parlando di fratellanza, massa critica, fare rete, inclusione, superamento degli stereotipi e dar voce alla propria passione. Storie di successo al femminile che ci riempiono di ottimismo. Durante la diretta streaming l'illustratore Alessandro Ripane ha rappresentato le protagoniste con disegni accompagnati dalle parole chiave relative ai loro interventi. Le nostre sono nell’immagine riportata sopra.

 

Vorremmo chiudere questa newsletter ricordando a tutte l'importanza di non arrendersi di fronte agli insuccessi. La scuola, soprattutto quella italiana, demonizza l'errore come se sbagliare non fosse necessario per imparare. Negli ultimi anni però molti studiosi e scrittori sottolineano quanto i fallimenti siano gli step necessari di un percorso di crescita. Come sostiene da anni l'autrice di “The Rise: Creativity, the Gift of Failure, and the Search for Mastery” Sarah Lewis. Che dice: “Hai sbagliato? Bene, sei sulla strada giusta”.

Certo le cadute sono sempre dolorose ma sono anche eccezionali propulsori di creatività. E, come insegna la storia di Steve Jobs, ci stimolano a lavorare su noi stessi, portandoci a una maggiore consapevolezza.

 

Le Feste sono alle porte tra divieti e forzate rinunce. Non subire ma ingegnarsi a trovare nuove soluzioni è uno dei nostri mantra, proviamoci anche in quest'occasione. Chissà che questo strano Natale 2020 non si riveli bellissimo nella sua unicità.

 

Buon Natale e ci rivediamo nel 2021!

 

A presto Laura e Ilaria

Posta un commento

Testimonianze